agosto 7, 2018 10:00 am

Quando erano piccoli, abbiamo insegnato loro a mangiare, a leggere e a rispettare gli altri bambini a scuola. Ora, pre-adolescenti, è tempo di insegnare a gestire i loro stati d’animo

Gestire i propri sentimenti non è affatto facile, non è qualcosa che le persone nascono sapendo come fare e non è dato per scontato che i ragazzini debbano imparare a farlo da soli. L’esperienza a questa età, tra i nove e gli undici anni, può essere percepita in modo non aderente alla realtà, spingendoli così a prendere delle direzioni in cui è facile restarne disorientati. Siamo noi genitori, il loro faro della vita, a doverli seguire ed educare anche in questa area così fondamentale della vita.  Approfittiamo quindi di queste vacanze per iniziare ad insegnare ai nostri ragazzini a gestire i sentimenti della vita per la vita.

 

Gestione della rabbia

Se tuo figlio inizia un discorso sull’ingiustizia generale o inizia contestare le regole degli orari del pranzo o del rientro a casa, piuttosto che mettersi a discutere è preferibile:

  • Riconoscere che è arrabbiato senza però entrare in una discussione che condurrebbe a un vicolo cieco. E’ necessario fargli capire che provate empatia per il suo umore senza cercare di dare soluzioni preformate;
  • Dategli il tempo per riprendersi. Non è necessario mandarlo nel suo angolo per ritrovarsi, è sufficiente suggerirgli di andare a farsi una corsetta intorno al palazzo o nel cortile. L’attività fisica aiuta i ragazzini a metabolizzare la frustrazione;
  • Solo al suo rientro, dopo aver smaltito la rabbia, è possibile aprire una conversazione chiedendogli di farvi capire cosa lo ha fatto arrabbiare, solo allora sarete in grado di aiutarlo a trovare delle soluzioni adeguate al contento che sta vivendo.

Questo approccio va ripetuto tutte le volte che il vostro ragazzo si avvia ad una crisi esistenziale. Si educa così a smaltire la rabbia in modo sano insegnandogli che solo a mente fredda e lucida si trovano le soluzioni adeguate.

 

Come migliorare la comunicazione

È importante che i ragazzini si sentano a loro agio nel condividere con i propri genitori ciò che provano, è necessario entrare nei loro pensieri in punta di piedi dimostrandogli comprensione e capacità di ascolto. Non va mai criticando il loro modo di essere ma va offerto unicamente l’aiuto nelle loro scelte. I genitori devono diventare la base sicura ma per far questo è necessario saperli ascoltare e quindi:

  • Troviamo il tempo di consumare i pasti sempre insieme, oppure può essere creato uno spazio naturale dedicato solo ed esclusivamente alla famiglia, uno spazio dove ognuno può raccontare quello che gli passa per la mente;
  • Evitare di fare domande scontate e banali, potrebbe essere un’idea parlare di qualcosa che ad ognuno di voi ha colpito durante la giornata, così da attivare una conversazione fuori dagli schemi casalinghi e personali;
  • Se vogliamo sapere qualcosa di più personale, è bene parlarne mentre si stanno facendo altre cose, mai farlo stando seduti o in un contesto vis-a-vis in questo caso i ragazzini potrebbero alzare una barriera protettiva;
  • Non minimizzare mai ciò che i ragazzini sentono come disturbante, anche se banale, per loro, quello che vogliono far valere come difficoltà è davvero importante, quindi, e fondamentale imparare a resistere dalla tentazione di minimizzare i loro sentimenti del momento.

 

Gestione dei sentimenti: attivare la quotidianità

Essere una base sicura significa aiutare i nostri ragazzini a impostare le gestione dei sentimenti sia negativi sia positivi, vediamo come:

  • Stabilendo un ritmo regolare per le attività quotidiane: scuola, compiti, cena e tempo di andare a letto. I bambini hanno bisogno di routine, la mancanza di confini al loro spazio vitale può renderli instabili e infelici;
  • L’attività fisica regolare è importante, l’esercizio fisico rilascia sostanze chimiche nel corpo che fanno stare bene oltre che aumentare la propria autostima e quindi sentirsi meglio con se stessi;
  • Il tempo per il relax è necessario a tutte le età, anche i ragazzini ne hanno bisogno, è necessario aiutarli a trovare modi su come rilassarsi senza utilizzare solo la TV o rilassarsi o uno smartphone. Un buon modo per rilassarsi è leggere, disegnare o ascoltare musica.

 

Prima si mettono in atto queste semplici regole tanto meglio è, tra non molto i ragazzini di oggi saranno adolescenti nel pieno della rivoluzione ormonale, inizieranno la frequentazione con gli amici del liceo con tutti i problemi connessi e i genitori saranno non più il faro guida protettivo ma solo la regola da contestare.

 

Rosalba Trabalzini

Medico psichiatra, psicoterapeuta, psicologo clinico

- -

Jeans Blu dusk Uomo Arvin Lee 05qx8wp5O

Monocromo Con Invernali Comodo Tasche A Maniche Donna Casual Cappotto Giovane Lila Maglia Lunghe Giacca Relaxed Autunno Fashion Women Pullover Eleganti Outerwear


ARTICOLI CORRELATI